Una stagione a Villa Gamberaia: Acquerelli (Italian Edition) by Federico Pirani PDF

By Federico Pirani

Federico Pirani presenta l. a. serie di acquerelli eseguiti durante il suo soggiorno come Artist in place of abode alla villa di Gamberaia a Settignano (Firenze), reso possibile grazie al mecenatismo della famiglia Zalum, proprietaria della dimora. consistent with l. a. sua sintesi perfetta tra l'opera dell'uomo e los angeles natura, los angeles Villa è stata meta di artisti e letterati che ne hanno celebrato l'armonia tra los angeles residenza, lo straordinario giardino e los angeles splendida campagna circostante, facendone una tappa ineludibile della geografia del "viaggio in Italia". Gli acquerelli di Federico Pirani, ispirati al genius loci di Gamberaia, rappresentano los angeles sua personale visione della Villa: «confrontandosi con una produzione di immagini della villa che ormai possiamo dire plurisecolare, seleziona chi, prima di lui, ne ha voluto cogliere il senso più misterioso e mutevole. … L'atmosfera, l. a. nebbia, le ombre, che sfumano i contorni netti del giardino toscano, sempre così cerebrale, architettonico, sono protagonisti degli acquarelli di Federico Pirani. Nessuna inquadratura del giardino cede a stereotipi. E nessuna inquadratura vuole isolare l. a. villa in un'aura atemporale di estatica, acritica contemplazione»
[M. Bevilacqua].

Show description

Read more

Ivana Sica's Rosa conosce il Mare (Italian Edition) PDF

By Ivana Sica

Tre generazioni di donne, di madri, figlie e sorelle, strappate all’amata terra natale e costrette advert annodare altrove i fili del proprio destino. A Bellavista, piccolo incantevole paese del Sud Italia, non c’è più posto in line with Rosa e sua figlia Irene, toccate troppo presto dalla mano ruvida della vita. Adele, sorella maggiore di Rosa, se n’è già andata con sua figlia Marietta. Il viaggio verso il futuro è lungo e denso di malinconie: consistent with Rosa, incalzata dalla passione mai sopita in step with don Francesco, Roma non è abbastanza lontana da casa. Allora su, fino a perdersi in una nebbia che divora i ricordi, dove il rapporto con l. a. figlia, bambina dagli occhi scuri, comincia a spezzarsi. Eppure è proprio in quelle magiche foschie che Irene, dopo un’infanzia nomade e una giovinezza bruciata, trova los angeles propria strada. Una vicenda dai sapori italiani, vite di donne con tanto coraggio e pochi mezzi, sempre in bilico tra l’abisso della nostalgia e una voglia tenace di ricominciare. A dar voce alle loro storie è una scrittrice dal tocco lieve, che accompagna le sue protagoniste con sorridente delicatezza nelle tinte forti della realtà.

Show description

Read more

Download PDF by Aa.Vv.,Daniela De Angelis: Luigi Moretti e i progetti per Galloro 1937-1942 (Italian

By Aa.Vv.,Daniela De Angelis

Il libro ripercorre gli itinerari morettiani degli anni Trenta nel cuore dei Castelli Romani, proponendo l'analisi di una serie di architetture poco word di Luigi Moretti.
I progetti di Luigi Moretti in line with Galloro si susseguono dal 1937 al 1942, quando l'attività edilizia in Italia si blocca quasi completamente in keeping with reason belliche. Si tratta di anni decisivi according to los angeles vita e l. a. carriera dell'architetto, in cui egli progetta i suoi capolavori in line with los angeles GIL e durante i quali si impegna according to un regime apparentemente trionfante, che egli approva e sostiene in tutti i modi. Quasi nulla delle innovazioni stilistiche presenti nelle sue opere maggiori è in line withò visibile nei progetti in step with i Castelli Romani, nei quali Moretti fa prevalere los angeles suggestione dei luoghi sulla ricerca formale, i rimandi mitologici e storici alle novità ardite e si comporta più come un letterato che come un architetto, volutamente, coscientemente, elegantemente, spregiudicatamente.

Il quantity è a cura di Daniela De Angelis.

Show description

Read more

Download PDF by Aa.Vv.,Mario de Candia,Patrizia Ferri: Idee, processi e progetti della ricerca artistica italiana

By Aa.Vv.,Mario de Candia,Patrizia Ferri

“Cose (quasi) mai viste” mette in campo un’ipotesi di contributo alle conoscenze dell’arte degli Anni ‘60-’70 attualizzando ed elaborando tesi sostenute già negli anni passati, introducendo un’attitudine aperta alla domanda più che alla chiusura filologica. Cerca di ricostruire o ricostituire in step with somme linee, ed esemplari personalità, il mosaico esploso di una pratica recente dell’arte, profondamente ancorata e radicata come rivoluzionaria nel nostro pace: lo specchio di una società, l. a. nostra di quegli anni, che viveva una mutazione e attraversava cambiamento di segni, di senso e delle strutture mentali. È un progetto condiviso nato dall’esigenza – avvertita da più parti in questi ultimi tempi – di una rilettura alla luce del presente di quel periodo compreso tra gli Anni ‘60 e ‘70: un coacervo di complessità e problematicità affascinante e controversa che non ha ancora permesso – nonostante i tentativi di classificazione e storicizzazione – di essere consegnato tout court docket advert una rigidità filologica. Un progetto che, a fronte di questa dichiarata complessità, ha giocato piuttosto sulle diversità, consapevole di essere di fronte a delle “realtà” che, se non possono essere convinced parallele, sicuramente risultano convergenti, sia sotto il profilo teorico sia produttivo sia di tensione, verso un approdo di problematica comune (ai nostri artisti, ma non solo advert essi): determinare una possibilità di significazione, chiara e inequivocabile, sviluppata con detailed finalità estetiche, tecniche e strumentali. Attraverso alcuni testimoni del periodo come Carla Accardi, Franco Angeli, Gianfranco Baruchello, Umberto Bignardi, Alighiero Boetti, Nicola Carrino, Luigi Di Sarro, Paolo Gioli, Ettore Innocente, Jannis Kounellis, Sergio Lombardo, Renato Mambor, Luca Patella, Lamberto Pignotti, Vettor Pisani, Cloti Ricciardi, Mario Schifano, Michele Zaza, si intende declinare pertanto più momenti di proficua convivenza e dialettica coabitazione fra autori di aree espressive che, seppure pertinenti alle medesime radici storiche e culturali, conosciamo come sostanzialmente differenti, nelle intenzioni, negli esiti e, soprattutto, nella evoluzione dei loro rispettivi lavori e ricerche, non solo consistent with gli anni considerati dalla rassegna, ma – in line with i casi – fino a tutt’oggi. Artisti estrapolati dalle singole aree di pertinenza linguistica, dall’appartenenza a gruppi e tendenze degli anni che furono, con l’intenzione, da una parte, di sottrarli a logiche rigide di lettura critica, etichette ed incasellamenti; da un’altra, di liberarli da classificazioni e sottolinearne l’identità individuale e l. a. ricchezza delle poetiche, delle gamme espressive e concettuali, oggi punto di riferimento consapevole delle ultime generazioni che da questi precedenti hanno appreso los angeles capacità di elaborare i propri linguaggi con approccio sperimentale, indagandone tutte le potenzialità strutturali, oltre l’aspetto formale.

Show description

Read more

New PDF release: Blues (Contromano) (Italian Edition)

By Edoardo Fassio

È il blues. È il suono più onesto e imitato della storia della musica popolare. Sgorga dal cuore pulsante della popolazione nera degli Stati Uniti dAmerica e incorpora sofferenza, disagio, dubbio, inquietudine, fatalismo. Come un rimedio omeopatico è in grado di liberare chi lo canta e chi lo ascolta dalle tensioni e dalle amarezze. Il blues, los angeles musica, è il miglior antidoto ai blues, alla malinconia, alle preoccupazioni, allo spleen esistenziale. E invariabilmente piace a quelli che ne hanno più bisogno.

Show description

Read more

Download PDF by Livio Betti,Elena Mortola,Eleonora Massaro,Leonardo: Un workshop a Portofino: Tracce di memoria e futuro dei

By Livio Betti,Elena Mortola,Eleonora Massaro,Leonardo Magursi,Marta Gnesi,Francesca Giangrande,Alessandro Giangrande,Mariangela Canale,Cosimo Campani,Romina Peritore

PROGETTAZIONE SOSTENIBILE PARTECIPATA collana diretta da Elena Mortola

Importante è mantenere una base di residenti vitale e creativa, come osserva Oriele Orlando “Recenti studi da parte di importanti istituzioni mondiali hanno dimostrato come una fonte di guadagno, quale il turismo, se non opportunamente suffragata dal vissuto connettivo delle popolazioni del posto, genera uno sfruttamento indiscriminato di risorse naturali ed artistiche e un maggior inquinamento, è in keeping with questo che sempre più oggi si parla di eco-turismo, ovvero los angeles formulation in keeping with los angeles salvaguardia del patrimonio ambientale, artistico, ma soprattutto della memoria storica e sociale degli abitanti, che vengono resi attori consapevoli, e non semplici comparse”… Dal visioning di un corsista “La strada provinciale che da Santa Margherita va a Portofino è stata chiusa al traffico ormai da qualche anno, fatta eccezione consistent with i mezzi di soccorso, i motorini, le car dei residenti ed i piccoli bus elettrici. Osservo che a differenza di dieci anni fa tutte le persiane delle abitazioni lungo l. a. strada duca degli Abruzzi sono aperte: un immenso stupore mi assale quando mi accorgo che l’abbassamento del livello della strada ha ridato vita a quelle case che erano soffocate dall’asfalto e dalle automobili…Portofino pullula di gente e di nuove idee, come los angeles scuola di composizione musicale “Fabrizio De Andrè” che ha aperto i battenti nel teatrino comunale. Sono le cinque ed il sole sembra non voler smettere di illuminare Portofino…”

ELENA MORTOLA Ha insegnato Metodologia Progettuale e CAAD presso l’Università di Roma “La Sapienza” (1883-1992). Dal 1993 insegna “Progettazione Architettonica Assistita dal laptop” nell’Università Roma Tre, dove ha coordinato il grasp internazionale di II livello “Progettazione interattiva sostenibile e multimedialità”. Ha collaborato con molte Università italiane e straniere e ha svolto numerose ricerche ed esperienze professionali nel campo della progettazione partecipata.

ALESSANDRO GIANGRANDE Ha insegnato “Teoria dei modelli according to los angeles progettazione” presso l’Università di Roma “La Sapienza” (1973-1992). Nel 1993 si è trasferito all’Università Roma Tre dove ha insegnato “Analisi e valutazione ambientale”, “Progettazione e pianificazione sostenibile” e “Tecniche di valutazione ambientale di piani e progetti”. Ha diretto il laboratorio TIPUS (Tecnologie Informatiche consistent with il Progetto Urbano Sostenibile) del Dipartimento di Studi Urbani e ha svolto numerose ricerche ed esperienze professionali nel campo della progettazione partecipata.

ROMINA PERITORE, architetto urbanista, dottore di ricerca in “Politiche territoriali e progetto locale” (Università Roma Tre). è stata docente di Valutazione economica dei piani urbanistici e territoriali, ha svolto attività di docenza all’Università Roma Tre e ha svolto collaborazioni in step with società, Enti, Istituti di ricerca nel campo della valutazione delle politiche urbane e degli studi di fattibilità.

Show description

Read more

Get Viaggio al termine dell'Italia (Cinema) (Italian Edition) PDF

By Andrea Minuz

Se Federico Fellini è uno dei più grandi autori della storia del cinema, egli rientra anche nel solco di una tradizione di intellettuali e artisti che da Leopardi a Pasolini si è interrogata sul rapporto tra l’identità italiana e los angeles modernità nelle sue implicazioni sociali, culturali, politiche. I motivi che notoriamente attraversano l. a. sua opera, dalla nostalgia dell’infanzia ai fantasmi della femminilità, dall’invenzione del ricordo al sogno, assumono così, alla luce della lettura politica proposta in questo saggio, un’unica connotazione patologica. E diventano, anzitutto, l’allegoria di un Paese incapace di uscire da un’adolescenza permanente, tratto dominante della sua storia e del carattere nazionale. Il libro è corredato da un’appendice che esplora il rapporto tra Federico Fellini e Giulio Andreotti a partire dalle lettere conservate nell’archivio del senatore.

Show description

Read more

La bottiglia nel pozzo: Romanzo: 265 (Linferno) (Italian by Davide Sacchi PDF

By Davide Sacchi

Una nuova property si period affacciata.
Daniele e Marco erano seduti sul marciapiede all’ombra a parlottare, scalzi, come sempre nel periodo estivo; pantaloncini corti e una maglietta di cotone: rossa quella di Daniele, blu quella di Marco. Erano innamorati di quelle magliette, che mettevano fino a quando non si riusciva quasi più a distinguere il colore…

Bassa ferrarese, anni Cinquanta.
Le pesanti mansioni della vita contadina – regolata dal sistema antico del latifondo – scandiscono, stagione dopo stagione, le esistenze dei protagonisti. In piena modernità, sono soprattutto i giovani a vedere soffocate le proprie pulsioni e aspirazioni. Ed è in line with questo che, ognuno di loro, prendendo coscienza della situazione, cercherà a suo modo di liberarsi.
Una storia ambientata in un contesto arcaico di disuguaglianza e superstizione, eppure profondamente solidale e umano; un racconto nel quale in tanti potranno riconoscere le proprie vite.

Show description

Read more

Download e-book for kindle: Il viaggio d'inverno di Schubert. Anatomia di un'ossessione by Ian Bostridge,V. Gorla

By Ian Bostridge,V. Gorla

Nel 1825, in tournée a Salisburgo, Schubert scrive al fratello di aver creato una forma d’arte inedita: «La maniera in cui Vogl canta e io eseguo l’accompagnamento, dando corpo a un unico interprete, è qualcosa di nuovo e mai udito». Nasce il Lied moderno: qualcosa di «perfetto» che sublima una pratica popolare e los angeles indirizza verso los angeles sua completa metamorfosi, quel Canto della Terra di Mahler che non vede più confini fra paintings tune e sinfonia.
Schubert compone i ventiquattro Lieder consistent with voce e pianoforte di Winterreise, Viaggio d’inverno, tra il 1827 e il 1828, verso los angeles wonderful della sua breve vita, musicando le poesie che Wilhelm Müller aveva pubblicato nella rivista, sospetta al governo prussiano, Urania e nei Deutsche Blätter.
Inizia qui l. a. storia di un’opera tra le più word e frequentate – da interpreti e ascoltatori – della musica cosiddetta classica.
Ian Bostridge, uno dei massimi interpreti di Lieder di oggi, sedotto fin dall’adolescenza dalla Winterreise, ne esplora ogni aspetto. Racconta l. a. trama, che Schubert stesso ha volontariamente sottratto, frammentato, rendendo il suo Wanderer – il suo viandante che cammina su strade innevate e ventose, bandito (o forse in fuga) da una casa calda e un pace accogliente – un personaggio inquieto, fortemente byroniano, inevitabilmente affascinante. Affronta ogni emozione – perdita, dolore, solitudine, disperazione, ironia a volte – ingigantita dal paesaggio notturno e invernale, e los angeles attraversa, viandante lui stesso nella musica di Schubert.
La lettura supera l. a. suggestione personale, in line with aprirsi al mondo che ha creato l. a. Winterreise e al mondo che l’ha accolta, e ogni Lied diventa l’occasione in line with collocare l’opera nel suo contesto storico e trovare connessioni nuove e impreviste, letterarie, visive, psicologiche, scientifi che e politiche. E naturalmente musicali: in una composizione così estesa come quella del Viaggio d’inverno sono presenti schemi ricorrenti e artifici armonici che meritano di essere rilevati, e Bostridge lo fa con un approccio che si potrebbe definire fenomenologico, tracciando traiettorie soggettive e culturalmente connotate, piuttosto che catalogando modulazioni, cadenze, terzine, pianissimo e fortissimo. Al centro del Viaggio d’inverno di Schubert è los angeles musica nella sua totalità, perché, come Müller afferma, «le mie canzoni vivono una vita a metà, un’esistenza cartacea di bianco e nero, finché l. a. musica non soffia in loro l. a. vita».

Show description

Read more